Solo titoli

Da vedere


Huma3 collabora con


Efemeride

Il 10 Dicembre di

1821 nacque il poeta russo Nikolai A Nekrasov

1822 nacque il compositore César Franck

1830 nacque la poetessa statunitense. È considerata tra i maggiori lirici del XIX secolo.

1870 nacque l'architetto austriaco Adolf Loos

GLASSTRESS 2015 GOTIKA alla Biennale di Venezia 2015

Recycle Group Steam I- 2015 Photo  Recycle Group
Wael Shawky_
The Cabaret Crusades, The Secrets of Karbala_
Credits Francesco Allegretto.
Wael Shawky_ The Cabaret Crusades, The Secrets of Karbala_ Credits Francesco Allegretto.
Reliquario a forma di torre, Germania (?) XIV-XV secolo -  h. 24 cm Bronzo, vetro, lamina d’oro San Pietroburgo, Museo Statale Ermitage Photo Rustam Zagidullin
         
Un centinaio d’opere d’arte medioevale in vetro e altri oggetti d’epoca, appartenenti alle straordinarie collezioni dell’Ermitage e ai Musei Riserva Statale di Pavlovsk e di Peterhoff, in dialogo con le creazioni d’arte contemporanea in vetro di 50 artisti, provenienti da oltre 20 nazioni.

L’essenza di GLASSTRESS, dal 2009 evento collaterale della Biennale di Venezia, è far dialogare l’arte contemporanea con il vetro - materiale magico, straordinariamente versatile e tra i più innovativi - grazie al coinvolgimento d’importanti artisti internazionali in una città che nel vetro vanta una tradizione millenaria. Quest’anno, GLASSTRESS propone un tema affascinante come il Gotico, le sue connessioni e i suoi riflessi nella società attuale e nell’arte contemporanea, 
in un’edizione ancora più ambiziosa e importante.
 
GLASSTRESS 2015 Gotika è un progetto condiviso infatti tra il Museo Statale Ermitage di San Pietroburgo, la Fondazione Berengo e Berengo Studio di Venezia, con la collaborazione della Fondazione Musei Civici di Venezia e di Ermitage Italia, 
ideato da Dimitri Ozerkov Direttore del Dipartimento d’Arte Contemporanea del Museo Statale Ermitage e di Hermitage 20/21 - Progetto per l’Arte Contemporanea - e da Adriano Berengo.
 
Un centinaio d’opere d’arte medioevale in vetro e altri oggetti gotici e neo-gotici, appartenenti alle straordinarie collezioni dell’Ermitage e ai Musei Riserva Statale di Pavlovsk e di Peterhoff,  in gran parte mai presentati al pubblico - ostensori, reliquari, croci in vetro, armature – saranno dunque esposti a Venezia nel “gotico” Palazzo Franchetti affacciato sul Canal Grande,  in dialogo con le creazioni di 50 artisti provenienti da oltre 20 nazioni, ideate per l’occasione e realizzate dai maestri vetrai nella fornace Berengo di Murano.
 
Lo stile gotico, nell’arte visiva europea e nell'architettura, è stato il primo vero stile internazionale, il primo linguaggio comune; un modus vivendi che ha accomunato molte nazioni per almeno quattro secoli. 
Allo stesso modo l'arte contemporanea è diventata lo stile internazionale, la "Biblia pauperum" compresa oggi dall'Europa all'America, dal Nord Africa al Giappone.
 
Agli artisti, invitati da tutto il mondo, è stato dunque chiesto di rispondere nelle loro opere ai concetti propri del Gotico e del neo-gotico e alle condizioni “medievali“ della nostra vita. Simbologie, elementi rappresentativi, gusto e ideali rievocati in stupefacenti creazioni che affrontano anche le similitudini tra un Medioevo incerto e buio, fondato sulle macerie dei grandi imperi, e il nostro tempo. 
La mostra, che a Palazzo Franchetti s’inserisce perfettamente negli ambienti dell’edificio con le sue  finestre e le scale neo-gotiche, prosegue anche nell’antica fornace di Murano sede della Fondazione Berengo, con lavori pensati appositamente per questo affascinante contesto.

 

 

Indietro


----->   Tornare a Huma3



© 2006 - 2018 Huma3.com - Tutti i diritti riservati